Dobbiamo aspettarci un aumento nell’importo della pensione di invalidità?

Per avere una risposta certa dovremmo sapere se il Reddito e Pensione di Cittadinanza (RdC e PdC) saranno ancora garantiti per il prossimo anno. A detta del premier Conte il Governo PD-M5S continuerà con la politica iniziata lo scorso anno ma, qualcuno potrebbe chiedersi, perché l’aumento della pensione d’invalidità dipende dalla Pensione di Cittadinanza.

LEGGI ANCHE —> Pensioni: i requisiti per ricevere il bonus a Dicembre di 155 euro

LEGGI ANCHE —> Pensioni: un piccolo sblocco con aumento per importi sotto i 2000 euro

La pensione d’invalidità è una prestazione riconosciuta dall’INPS a chi presenta una determinata riduzione della capacità lavorativa e il D.L. n. 4/2019 (cd. “Decretone”), convertito con modificazioni in L. n. 26/2019), ha garantito l’integrazione fino a 780 euro per questo tipo di pensione.

Per poter ricevere l’integrazione, è necessario:

– essere titolare di una pensione inferiore a 780 euro mensili;
– aver compiuto il 67esimo anno di età;
– essere italiani o stranieri residenti in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 anni in modo continuativo.

A questo tipo di integrazione rientrano quindi: le pensioni minime, l’assegno sociale, gli invalidi civili e tutte le pensioni al di sotto di 780 euro, comprese le pensioni di reversibilità.