Sembra di essere in un film di fantascienza e invece è tutto vero.

In Spagna più di 17 bambini hanno subito una crescita spaventosa dei peli su tutto il corpo tanto da essere paragonati ai mitologici lupi mannari.

I piccoli hanno subito una crescita anomala e sproporzionata dei peli e dei capelli a seguito dell’assunzione di un farmaco per il reflusso gastroesofageo. Tutti i casi sono stati registrati nella regione di Cantabria, a Granada e Valencia.

Secondo quanto riportato dalla ‘Bbc‘, il farmaco in questione è stato contaminato con un altro farmaco, utilizzato però per combattere l’alopecia.

«La fronte, le guance, le braccia, le gambe e le mani di mio figlio erano coperte di peli, era spaventoso», ha dichiarato una madre preoccupatissima dell’aspetto del figlio. A seguito dei casi sopra descritti il ministero della salute spagnolo ha ritirato oggi il farmaco dal mercato, spiegando in un comunicato che “era stato etichettato per un errore interno all’azienda produttrice in modo errato e quindi confuso con i farmaci per lo stomaco“.

Ad accorgersi di questo errore di etichettatura è stato il gastroenterologo che seguiva uno dei bambini il quale, dopo essersi fatto consegnare il flacone del farmaco, si è rivolto all’Agenzia Spagnola dei Farmaci (AEMPS) per farlo analizzare. I risultati hanno portato alla luce l’errore: il farmaco conteneva ‘minoxidil‘, un prodotto che al giorno d’oggi viene impiegato per la cura dell’alopecia a causa del suo effetto collaterale che è quello di far crescere i peli e i capelli a dismisura.

Amaya, madre di una delle bimbe “trasformate”, ha dichiarato: “Prima le sono cominciati a crescere i peli in faccia, poi si sono estesi gradualmente per tutto il corpo. Quando portiamo la bambina a giocare nel parco, i bambini più grandi, insieme ai loro genitori, la indicano e dicono “poverina, sembra una scimmietta”– ha raccontato Amaya. “Mia figlia è piccola, ma già si rende conto di quello che succede”.