Exodus nuova spy story tutta Italiana. I naviganti del XXI secolo vengono tracciati continuamente. Tutto ciò che cerchiamo, tutto ciò che interroghiamo, le nostre preferenze o la marca dei nostri jeans preferiti, viene acquisito dai colossi del Web.

Perché succede questo ? Ed a cosa serve ?

I giganti del Web rielaborano tutte le nostre preferenze e le vendono le informazioni a chi ci offre il servizio di navigazione, aggiungendo in ogni nostra nuova ricerca o azione all’interno del Web, il genere di articolo che in precedenza aveva cercato.

Ne abbiamo parlato pochi giorni fa’ prima che accadesse: Siamo tutti spiati è ufficiale e non solo dagli umani

Pericoloso ?

Le rielaborazioni che vengono fatte, a distanza di tempo, creano una figura di noi stessi, le nostre abitudini, ciò che ascoltiamo, quello che vediamo, tutto insomma. Insomma è una violazione della privacy, ma legalizzata. Siamo noi che permettiamo tutto questo.

In questi giorni è uscita la notizia che circa un migliaio di persone sono state intercettate dagli hacker dello Stato Italiano, attraverso alcune app inserire su Google Play Store.

Lo spyware denominato Exodus è stato scoperto dalla società no profit Security Without Borders, in una inchiesta in collaborazione con la rivista Motherboard.

Exodus ha intercettato erroneamente un migliaio di persone comuni, questo software è utilizzato dalle Procure di Italia, per le persone sottoposte ad indagini.

Exodus cosa ha intercettato ?

Lo spyware molto sofisticato di matrice tutta italiana intercetta:

  • telefonate
  • suoni ambientali
  • ha copiato la rubrica dello smartphone intercettato
  • ha tracciato la posizione gps costantemente
  • copiato tutte le conversazioni chat anche di quelle successivamente cancellate
  • archivio multimediale (foto e video)

Chiunque scaricava le app con lo spyware nascosto, veniva intercettato

La cosa strana è che chiunque scaricava la App (e sono circa 20) con lo spyware finiva per essere intercettato.

Exodus Siamo tutti sorvegliati sia dai giganti del Web che dallo Stato

Un grande Fratello ovunque vai

Il malcapitato che ha installato l’app e ha scaricato anche Exodus, ha permesso alla società che lo ha creato di gestire a distanza le informazioni del proprio smartphone.

Essendo oggi questi device delle vere e proprie scatole nere della nostra vita quotidiana, chiunque è caduto nella rete ha condiviso anche i più intimi segreti.

Perfino sulle chat criptate, gli operatori sono riusciti a mettere mano.

Una funzione ottima per chi deve combattere le organizzazioni malavitose e prevenire ogni forma di crimine, ma devastante quando si parla di violazione della privacy personale.

Chi controlla i controllori ?

Exodus è un prodotto creato dall’uomo e gestito dall’uomo, la linea è veramente sottile. La domanda è: Forse qualcuno potrà abusare di questo strumento? Chi controlla i controllori?

Siete pronti a barattare la Vostra Privacy con la Vostra Sicurezza ?

Che ne pensi ? Commenta sui nostri social e leggi anche questo articolo : Siamo tutti spiati è ufficiale e non solo dagli umani