La vera fine di una relazione non è quando si sceglie di divorziare ma quando piuttosto ci si spegne lentamente senza più passione.

Esistono tantissime coppie che non riescono a compiere il passo della separazione e vivono costantemente in maniera passiva e stanca.

Nonostante, in una coppia, il desiderio di condividere la vita bisogna che ci sia da ambo le parti, nel caso della separazione basta invece la volontà di una sola.

Vi sono momenti nella vita di coppia in cui una delle due parti può sentire un senso di smarrimento ed è compito dell’altro prendergli la mano e superare questo difficile momento.

In altri casi avviene che una delle due persone si innamori di un’altra e, in questo caso, l’altro non può fare niente per riconciliare il rapporto poiché il rapporto di coppia è fatti di amore e non di compassione.

Un ultima reazione alla fine del rapporto, la più pericolosa, è quando il partner non accetta la fine della relazione e allora comincia ad adottare comportamenti aggressivi che possono nuocere alla salute psicofisica dell’altra.

E’ vero che la vita di coppia non è fatta tutta da rose e fiori e ci saranno sempre dei momenti difficili da superare insieme ma quando una delle due parti è troppo stanca per continuare a tenere in piedi la relazione la cosa migliore, per entrambi, è quella di decidere di separarsi.

Decidere di separarsi non è quindi un segno di debolezza ma un grande segno di rispetto nei confronti della vita dell’altra persona.