Andare a letto molto tardi accorcerebbe la vita a cause di diverse problematiche.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista ‘Chronobiology International‘, infatti, le persone che abitualmente vanno a dormire molto tardi hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari e diabete.

Kristen Knutson, della ‘Northwestern University’ di Chicago e Malcolm von Schantz della Surrey University hanno analizzato i dati della Biobank del Regno Unito, un programma che studia il ruolo della genetica e dell’ambiente nello sviluppo di alcune malattie, su un campione di circa 500mila cittadini britannici.

In base ad un questionario sulle abitudini di sonno dei partecipanti, i ricercatori li hanno suddivisi in 4 categorie. I risultati sono incredibili:

Le persone che affermano di essere del tutto nottambule hanno quasi il doppio delle probabilità di sviluppare problemi psicologici rispetto a chi afferma di essere mattiniero.

I nottambuli hanno anche maggiori probabilità di sviluppare il diabete (30 per cento), disturbi neurologici (25 per cento), gastrointestinali (23 per cento) e respiratori (22 per cento).

Lo studio mostra anche una mortalità precoce del 10 per cento più alta per i nottambuli rispetto ai mattinieri.

vi è quindi una grande correlazione tra l’orario in cui si va a dormire e l’insorgenza di malattie, perlopiù cardiovascolari.