Sapete cos’è il ‘Piede di Venere’? Si tratta di un difetto fisico che causa in alcuni casi anche un inestetismo evidente in relazione alla lunghezza dell’indice del piede, che risulta superare in lunghezza l’alluce. Questa sindrome è stata immortalata anche poco più di 500 anni fa nel dipinto famosissimo di Sandro Botticelli, ‘La Nascita di Venere’.

Presumibilmente per dare bontà all’affermazione per la quale l’essere perfetto non deve avere niente di mancante e quindi deve poter possedere almeno un difetto. Anche se è l’essere più bello concepibile, quale è Venere, la dea della bellezza oltre che dell’amore.

Piede di Venere le radici sono antiche

La raffigurazione nell’arte del Piede di Venere però trae origine molto più in là nell’antichità, ed in questo il Botticelli era stato preceduto già dai grandi scultori dell’Antica Grecia, trovando riscontri anche prima ancora, a circa cinquemila anni fa, nell’Antico Egitto.

Ad inizio ‘900 invece, quando la medicina e la scienza si trovavano a parecchi passi indietro rispetto ai risultati ottenuti oggi in vari ambiti, l’ortopedico statunitense Dudley Morton non aveva esitato a parlare del Piede di Venere in termini negativi, bollandolo come un retaggio degli uomini primitivi.

piede di venere