Per prendere peso spesso non è sufficiente mangiare troppo e male e non praticare abbastanza sport. Ognuno di noi ha delle abitudini quotidiane errate, di cui magari nemmeno sappiamo, che ci fanno prendere peso. In questo articolo ve ne proponiamo 5 con l’intento di provare ad eliminarle.

Non far entrare la luce del sole

Far entrare la luce del sole favorisce il metabolismo e aiuta il nostro corpo a risvegliarsi. Quindi, da domani, non più finestre blindate, ma bensì ben aperte.

Non dormire “con equilibrio”

Se si dorme troppo poco o troppo, si resta più affamati, oltre che più stressati. Bisogna dormire con equilibrio.

Non rifare il letto

In un letto rifatto, sembrerà strano, si dorme meglio, perché la qualità del sonno è migliore

Non pesarsi ogni giorno

Il peso va ovviamente controllato, anche per avere eventuali soddisfazioni o per correre ai ripari se non raggiungiamo il risultato sperato, ma non ogni giorno. Una o due volte alla settimana è la cosa più giusta da fare.

Mangiare troppo o troppo poco a colazione

E’ necessario che la colazione sia abbondante, quel tanto che consente di iniziare la giornata con energia sufficiente, non avere fame più tardi e contribuire ad un’alimentazione regolare. A questo scopo sono ottimi i cereali e naturalmente la frutta, o comunque cibi ricchi di proteine, di fibre, di carboidrati, antiossidanti, grassi sani, vitamine e minerali. Una sorta di colazione all’americana.

Questi i consigli per non prendere peso. E per perderlo? Tra i consigli c’è quello di svegliarsi un’ora prima, anche in modo di fare colazione con calma, nel modo in cui abbiamo detto prima. Appena svegli, tra l’altro, potremmo anche bere un bicchiere d’acqua, limone e menta (o una bevanda naturale con solamente acqua e limone o tè allo zenzero) per depurare l’organismo e accelerare il metabolismo. Fondamentale poi fare esercizio fisico, correndo per almeno dieci minuti tutte le mattine oppure passeggiare non molto lentamente per almeno venti, o ancora fare esercizi per dare tonicità al corpo, tipo squat, affondi, sollevamento delle gambe, flessioni, addominali o stretching. Infine, evitare gli snack di matrice industriali, preferendoli alla frutta, anche secca, o un tè, o anche un frullato o uno yogurt naturale. Non va fatto. L’ultimo consiglio è quello di rivolgersi a degli esperti, un medico, un nutrizionista o un dietologo, evitando le diete fai da te.