In natura è possibile trovare alcuni alimenti che possono fungere da antibiotici, per non doverci sempre rivolgere ad essi, spesso anche poco efficaci e, anzi, deleteri a lungo andare per il nostro corpo. Ecco quindi 10 alimenti che potete sostituire agli antibiotici:

Miele
Secondo recenti studi, il miele grezzo è uno dei migliori antibiotici naturali che si possa avere. Esso utilizza una combinazione di armi tra cui polifenoli, perossido di idrogeno ed un effetto osmotico, ed è un combattente ambidestro, ovvero utilizza più modalità per uccidere i batteri.

Aglio
L’aglio è considerato un rimedio naturale dalle efficaci proprietà curative sin dai secoli passati, con spiccate proprietà antivirali e antibatteriche. E’ ricco di antiossidanti in grado di contribuire alla distruzione dei radicali liberi responsabili del deterioramento dell’organismo, la cui azione può condurre nel corso del tempo a patologie cardiache e cancro. Inoltre, contribuisce ad abbassare la pressione sanguigna, a combattere le infezioni della pelle e a proteggere il cuore.

Olio di origano
Questo tipo di olio uccide i batteri e controlla le infezioni da stafilococco come l’MRSA. E’ un naturale antiossidante, antisettico, antivirale, antimicotico, antinfiammatorio, antiparassitario ed ha proprietà antidolorifiche. Alcuni studi hanno fatto notare che le proprietà germicide dell’olio di origano sono quasi efficaci come per la maggior parte degli antibiotici .

Estratto di foglia di olivo
Per molti secoli è stata usata per combattere le infezioni batteriche, e attualmente viene utilizzata anche per combattere le infezioni da MRSA in alcuni ospedali europei. Fornisce supporto al sistema immunitario, mentre lotta contro le infezioni resistenti agli antibiotici.

Curcuma
Questa erba è stata usata nella medicina ayurvedica e cinese per migliaia di anni poiché è in grado di trattare una vasta gamma di infezioni. Le qualità antibatteriche e anti-infiammatorie sono note per essere altamente efficaci nel trattamento di infezioni batteriche. Può anche essere utilizzata  per ulteriori lesioni della pelle.

Echinacea
Da diversi secoli questo composto viene usato per trattare l’invecchiamento e un’ampia varietà di infezioni. Veniva usato per trattare le ferite aperte, così come la setticemia, la difterite e altre malattie correlate ai batteri, mentre oggi è usato principalmente per il trattamento di raffreddore e influenza.

Zenzero
Esso può essere consumato fresco, come alimento vero e proprio, oppure sotto forma di spezia e condimento, dopo essere stato essiccato e ridotto in polvere. Può essere impiegao nella preparazione di tisane utili per la cura e la prevenzione dell’influenza, per il mal di gola, la tosse e il raffreddore. Lo zenzero è stato inoltre segnalato tra i dieci alimenti dalle maggiori proprietà anti-cancro.

Goldenseal
E’ una delle erbe più popolari vendute sul mercato americano ed essa è cinsiderata potenziatrice del sistema immunitario, nonché come antibiotico. Gli indiani d’America la usavano come un farmaco per le patologie infiammatorie dell’apparato respiratorio, digerente e per l’infiammazione del tratto genito-urinario indotta da allergia o infezione.

Estratto di semi di pompelmo
E’ considerato come un potente antivirale e battericida. Ha un elevato quantitativo di sostanze in grado di contrastare le malattie, di antiossidanti e di fitonutrienti denominati bioflavonoidi. Tra di essi è presente l’esperdina, capace di stimolare in modo naturale il sistema immunitario. L’estratto di semi di pompelmo contiene inoltre vitamina C, acido citrico, steroli e tracce di sali minerali.

Neem
Dalle foglie del Neem, e dai frutti di questa pianta, viene ricavato un potente olio curativo, utilizzato in gran parte dalla medicina tradizionale indiana, sia come uso alimentare che curativo. Ad esso vengono attribuite proprietà antifungine, antibatteriche, antivirali ed antiparassitarie.