La fase della vita che un po’ tutte le donne temono è la menopausa. Quando una donna entra in menopausa, il suo corpo subisce molti cambiamenti che si ripercuotono anche sull’umore e sullo stato d’animo, poiché il suo corpo smette di produrre gli ormoni femminili, gli estrogeni, che fino a quel momento hanno dato vita al ciclo mestruale e all’ovulazione. La donna, quindi, diventa sterile e inizia anche a soffrire di altri disturbi: la temperatura corporea a volte aumenta dando origine alle cosiddette “vampate di calore”, le ossa diventano più fragili, i tessuti si rilassano.

L’assenza di estrogeni può indurre anche ad un calo psichico, anche se questa condizione non è irreversibile, o tale che debba essere subita senza alcun rimedio possibile. Il segreto sta nel recuperare questo ormone attraverso l’alimentazione. Ci sono infatti cibi che producono i cosiddetti fitoestrogeni, ormoni del tutto naturali che sopperiscono ad un’eventuale carenza fisiologica. Essi sono principalmente tre: cumestani, isoflavonoidi e lignani. Questi sono gli alimenti in cui li puoi trovare, per aiutare il tuo corpo a restare giovane più a lungo:

ALBICOCCHE
Mangiato fresco o essiccato, garantisce un buon apporto di lignani, il più elevato in assoluto che si possa trovare in natura.

CAFFE’
In esso sono presenti fitoestrogeni che producono un aumento di ben il 70% nelle donne che bevano almeno 500 ml di caffè al giorno. Occhio però all’effetto collaterale, che è la difficoltà a perdere peso sui fianchi e sull’addome.

SEMI DI LINO
Essi sono considerati l’alimento che, in assoluto, riesce a garantire il maggior apporto di fitoestrogeni. Assumetene due cucchiai al giorno, ad esempio con i cereali a colazione, o con un cucchiaino di miele. Altri semi che hanno lo stesso effetto sono i semi di girasole e di sesamo. Inoltre, i legumi come le lenticchie, forniscono un buon apporto di ormoni naturali.

ALTRI CIBI

luppolo
camomilla
chiodi di garofano
salvia
trifoglio rosso