“L’inverno sta arrivando” recita il motto degli Stark. Anche per chi non è pratico di “Game of Thrones” non è però difficile accorgersi di come gradualmente le temperature stiano iniziando a calare e di conseguenza un po’ tutti stanno cominciando ad ingegnarsi su come strutturare un impianto di riscaldamento efficace ed a basso costo. Dopo legno, pellet, stufe elettriche e chi più ne ha più ne metta, sembra essere arrivata proprio dall’Italia la soluzione low cost che tutti aspettavamo. Si chiama E-Cat (energy catalyzer) e riesce a sfruttare il sistema di fusione fredda per produrre energia. Il sistema è molto economico ed ecologico: è stato brevettato dall’italiano Andrea Rossi negli Stati uniti e funziona tramite una reazione nucleare a bassa energia indotta da nichel e idrogeno, elementi che si possono trovare in quantità industriale sul pianeta Terra. Con un solo grammo si possono produrre circa 23mila megawatt all’ora riscaldando l’intero ambiente. Il prototipo è ordinabile ma non ancora acquistabile, dato che Rossi sta ultimando alcuni test per verificare la piena attualità della fusione per la creazione dell’energia. Nessun bluff dunque: la guerra al freddo a quanto pare sarà più economica del previsto!