Il gin tonic è quel cocktail che ancora sopravvive in ogni parte del mondo. Per gli appassionati, c’è una buona notizia. Secondo i risultati di uno studio condotto dalla Asthma UK, l’ente britannico che studia e diffonde informazioni riguardo l’asma, esso avrebbe l’effetto di alleviare i sintomi della febbre da fieno e dell’asma. L’arrossamento degli occhi, l’impossibilità di respirare bene e colpi di tosse ripetuti, spariscono con un buon bicchiere di gin tonic. Attenzione, però, perché questo effetto non si ottiene se si beve un altro tipo di alcolico. Il consumo di alcol, infatti, peggiora i sintomi allergici, poiché gli alcolici contengono solfiti e istamine, quest’ultime alla base delle allergie. La motivazione poiché il gin tonic è speciale è che i distillati, gin e vodka, hanno un contenuto relativamente basso di istamine.

Per quanto riguarda i cibi, invece, chi soffre di febbre da fieno e allergie in generale deve necessariamente moderare il consumo di carni stagionate, affumicate e in scatola (ricche di istamine), prediligendo invece carne e pesce freschi, o formaggi come la mozzarella e la ricotta.