Alcune cose che non sapevi su John Lennon

John Lennon è un mito della musica sul cui conto si sa tutto, forse troppo. E, come spesso accade, l’immagine mitizzata ha oscurato le reali caratteristiche dell’uomo. Ci sono alcune cose di cui non si parla spesso. Fatti curiosi o inquietanti, che vi aiuteranno a comprendere meglio la complicata psicologia dell’artista.

Cose che non sai su John Lennon (Getty) – curiosauro.it

I segreti di Lennon

Nato a Liverpool il 9 ottobre 1940, John Lennon è diventato già ventenne uno dei musicisti più iconici del mondo. Prima di lui, il rock era un genere molto più povero e statico: con i Beatles ha rivoluzionato per sempre la musica. Ma sapevate che Lennon non era il vero sperimentatore del gruppo? Paul McCartney ha dichiarato che, nonostante l’aria da musicista libero e intellettuale, Lennon era molto legato alla forma canzone classica ed era piuttosto riluttante nei confronti delle sperimentazioni più spinte.

John era uno spirito inquieto e pieno di ombre. Spesso si comportava in modo contraddittorio. Cambiava spesso idea. Talvolta, però, si ostinava su convinzioni abbastanza rigide. Rivelava molte manie. Si professava pacifista ma spesso dichiarava di voler partecipare a una rivoluzione armata per cambiare il mondo. Mangiava sovente carne ma in pubblico si diceva vegetariano… Era ricchissimo e ripeteva di non aver bisogno del denaro.

Alcune cose che (forse) non sai sul mitico John Lennon

Pacifista o violento? – curiosauro.it

Si parla molto della sua infanzia problematica. I suoi genitori si separarono quando John aveva due anni. Il padre si trasferì in Nuova Zelanda e la madre morì in un incidente d’auto nel 1958. Così Lennon passò gran parte dell’adolescenza dalla zia. Si dice che la zia fosse una donna rigida e poco affettuosa. In realtà John la adorava e la considerava un’ispirazione.

Da bambino, John fece parte dei boyscout e partecipò anche alle attività del coro parrocchiale della chiesa di Saint Peter, a Liverpool. Fu dunque in chiesa che iniziò a cantare! A scuola era un disastro. Eccelleva però nel disegno. E per tutta l’infanzia sognò di diventare un fumettista.

John non sapeva cucinare, non sapeva guidare, non era in grado di riparare niente in casa. Come disse George Martin: “John non poteva cambiare una lampadina”.

Yoko, la violenza e l’insicurezza

John Lennon e Yoko Ono – Curiosauro.it

Quando conobbe Yoko Ono, Lennon acquistò Dorinish Island, un’isola deserta che si estende per poco più di 7,5 ettari vicino alle coste irlandesi. L’affare fu abbastanza conveniente. Spese appena 1.700 sterline, corrispondenti a 35.000 euro attuali. John frequentò pochissimo quell’isolotto. La concesse a una comune hippie nel 1970. Morto John, Yoko la vendette (come deciso da Lennon).

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> La ketamina può soffocare le tendenze suicide e la depressione

A detta di George Martin, storico produttore dei Beatles, John odiava la propria voce. Si disperava nell’ascoltarla, al punto da pretendere spesso che fosse modificata artificialmente. Ecco perché in molti dischi sentiamo la tecnica del double tracking o un forte effetto delay. Secondo molte testimonianze, la sua insicurezza sfociava in violenza con le donne. Era un tipo possessivo. La canzone “Jelous Guy” è una confessione: John chiede scusa a Yoko per averla picchiata e averla fatta piangere. Mentre si trovava nel suo appartamento nel centro di New York, Lennon avrebbe avvistato dal balcone un UFO. Era il 1974, e da allora Lennon è diventato un sostenitore della teoria ufologica.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Musica, ballo e orgasmo: che cos’è che li accomuna?

La sua morte, nel 1980, generò un’ondata di commozione che coinvolse milioni di persone in tutto il mondo. La moglie Yoko Ono decise però di non celebrare nessun funerale. Lennon fu cremato. Le sue ceneri vennero disperse. Dove? In un luogo segretissimo e tuttora ignoto.

Previous articleStringersi la mano, tutte le curiosità legate a questo gesto
Next articleImpronta della lingua: nuovo sistema di riconoscimento biometrico