Per noi ragazzi di oggi è tutto facile. Abbiamo un dubbio? Ci basta andare su Google e cercare la domanda che ci serve: se sappiamo cercare e se siamo fortunati troveremo la risposta in pochi secondi. Ma come facevano i nostri nonni? Ve lo siete mai chiesto? Ecco di seguito – con l’aiuto di Curioctopus – alcuni trucchi che usavano gli antichi per ricordare alcune semplici nozioni: resterete stupefatti!
I MESI DI 31 GIORNI: Chiudete i pugni e contatevi le nocche e gli spazi fra le nocche e per ogni “punto” contate un mese. Le nocche saranno i mesi di 31 giorni, negli spazi tutti gli altri!
QUANTO MANCA AL TRAMONTO: Posizionate la vostra mano trasversalmente, con l’indice subito sotto al sole (vedi foto): ogni dito fra il sole e l’orizzonte corrisponde a 15 minuti!
 
L’UOVO E’ FRESCO?: Avete uova in frigo da troppo tempo? Immergetele in acqua: se l’uovo va a fondo è fresco, se è inclinato è ancora mangiabile ma va conservato al meglio, se invece resta a galla è da buttare!
LE PILE CARICHE: Tenete la mano con pollice e indice in posizione verticale e fatela cadere su un piano da pochi centimetri di altezza: se resta in piedi è carica, se rimbalza e cade su un fianco è da buttare!
MISURARE GLI ANGOLI: Stendete la vostra mano e misurate gli angoli: dal pollice al mignolo sono 90 gradi, dall’indice al mignolo 60 gradi e così via!
LA TABELLINA DEL 9: Se volete moltiplicare ad esempio 9 per 7, aprite entrambe le mani e piegate il settimo dito. Le dita a sinistra saranno del decine (6), mentre le dita a destra saranno le unità (3). Risultato 63.