Una storia davvero strappalacrime, che ha emozionato tutta l’America. Steve e Hope si sono innamorati fin dal primo appuntamento, nel 2011, e non si sono mai lasciati. Ma già quel giorno Hope aveva notato qualcosa di strano: mentre Steve provava ad aprire una bottiglia le sue mani avevano perso la presa e per qualche secondo il giovane uomo sembrava averne perso il controllo. Non era la prima volta che accadeva, e i medici non riuscivano a spiegarselo. Poi, dopo 4 mesi, la scoperta sconcertante, una diagnosi terribile: a soli 28 anni Steve aveva la SLA, la sclerosi laterale amiotrofica. Gli appassionati di sport conosceranno sicuramente la SLA: questa malattia degenera le cellule della spina dorsale e poco alla volta il paziente perde la facoltà di parola e di muoversi.

Ma Steve non si è perso d’animo e dopo due giorni ha chiesto ad Hope di sposarlo: “Sai cosa mi hanno detto i medici, non sei obbligata a rimanere con me”. Ma naturalmente Hope non ci ha pensato un attimo, e due mesi dopo i due erano marito e moglie. Da quel giorno hanno deciso di approfittare di ogni istante che restava loro prima che Steve iniziasse il suo percorso degenerativo. Dopo un po’ sono arrivate le complicazioni per il ragazzo, che ha perso 30 kg, ha perso la capacità di parlare ed è stato costretto sulla seria a rotelle. “Quando lo guardo mi sembra sempre bello come un tempo. Non si fa più la barba. Ha i capelli lunghi, ma mi piace” spiega Hope. Steve in questo momento passa dal letto alla sedia a rotelle, è completamente immobilizzato, ma il suo cervello è ancora quello di prima: è ancora intelligente come un tempo, prova ancora sentimenti ma è letteralmente intrappolato nel suo corpo. Grazie alla tecnologia può comunicare i suoi pensieri attraverso un computer. Intanto Steve e Hope hanno lanciato il progetto “Drive”: Steve realizza dei quadri che poi vende, dei quadri molto speciali: grazie a della vernice sul pavimento e utilizzando la sua sedia a rotelle per creare dei disegni bellissimi. Sul sito Drive for a cure (letteralmente “Guida per una cura” potete ammirare i progressi di Steve. Il loro motto? Hope for Steve. Letteralmente “speranza per Steve”, ma visto il nome di sua moglie significa anche molto, molto di più.