Uno dei punti critici quando si parla di fisico perfetto è rappresentato senza dubbio dal fondoschiena. Rassodare i glutei non è cosa semplice, ma è di fondamentale importanza quando si vuole fare una figura da urlo in spiaggia alla prima prova costume. Per avere dei glutei da sogno è necessario fare degli esercizi mirati che, se eseguiti con costanza, portano risultati eccezionali.

  1. Per il primo esercizio bisogna mettersi in posizione eretta e con le gambe divaricate con un’ampiezza che deve essere circa il doppio delle spalle. Punte dei piedi rivolte verso l’esterno e via con i piegamenti, giù fino a tenere le cosce parallele al suolo. A questo punto si sollevano i talloni e li si riappoggia per avere lo slancio necessario a tornare in posizione eretta. Questo esercizio va ripetuto il più possibile.
  2. Per questo esercizio la posizione di partenza è analoga, ma ci si piega su un piede solo, che dovrà appoggiare sulla punta, e sporgendo le natiche in fuori. L’altro piede dovrà poggiare su tutta la pianta. Dopo un minuto di piegamenti ripetere l’esercizio pesandosi sull’altro piede.
  3. In questo caso si parte da terra: ci si mette carponi e sollevati sulle braccia, con le ginocchia appoggiate a terra. Si solleva poi una gamba e la si stende verso l’alto per po incrociarla con quella rimasta terra sino a toccare il pavimento con la punta del piede. Un minuto per gamba è sufficiente.
  4. Per il quarto esercizio è necessario appoggiarsi a terra sulle braccia e con le gambe tese. A questo punto si scalcia letteralmente verso l’alto, alternando le due gambe e stando attenti a non esagerare con lo slancio.
  5. Si torna ora in posizione eretta e con le gambe divaricate. Tenendo un peso in mano l’obiettivo è quello di stare in equilibrio spingendo le ginocchia all’indietro.
  6. Sempre in piedi, piede sinistro più avanti rispetto al destro. Ci si china in avanti, cercando di mantenere ben dritta la schiena, e nel frattempo si solleva la gamba destra. Quando si tocca terra con le mani ci si rialza e si prosegue per un minuto con lo stesso esercizio, per poi cambiare gamba.
  7. Semplicissimo. Stessa posizione di partenza dell’esercizio 3, si sollevano alternatamente le gambe verso l’esterno, mantenendo le ginocchia piegate.
  8. Il penultimo esercizio prevede di sdraiarsi a terra, pancia in su. Dopo aver disteso le gambe, si pega la sinistra e si solleva la destra – ancora tesa – insieme al bacino. Ripetere l’esercizio cambiando poi gamba.
  9. Per l’ultimo esercizio si torna in piedi a gambe divaricate e ci si china sulle ginocchia nella maniera rappresentata nell’immagine: quando ci si solleva, si sposta la gamba destra all’indietro chinandosi sul ginocchio sinistro e viceversa, dopo essere tornati in posizione di partenza. E’ sufficiente un solo minuto per questo esercizio.