L’ultima indagine firmata da Censis e Aima, l’associazione italiana malattia di Alzheimer fondata nel 1985, ha fotografato lo stato di questo malattia neurodegenerativa in Italia. Gli anziani che presentano varie forme di demenza sono saliti ormai a 1,3 milioni, che rappresentano il 10% circa dei 13 milioni di ultrasessantenni del nostro Paese. Una malattia devastante che può essere scongiurata attraverso determinate abitudini da adottare al più presto. La più importante è quella di tenere sempre la mente attiva, combattere così la perdita di memoria. Quindi imparare una nuova lingua, risolvere rompicapi o puzzle è importante per allenare. Un’abitudine da adottare è quella di cancellare un vizio, quello di smettere di fumare. Il tabacco aumenta la probabilità di Alzheimer del 45%. Occhio anche al cibo, adottare una dieta sana ed equilibrata vi permetterà di allontanare questa malattia neuro degenerativa. Ridurre il consumo di zucchero e alcool ed aggiungere più frutta, verdura e salmone. Fate attenzione anche ai livelli di stress, bisogna essere rilassati e migliorare le abitudini di sonno. Infine mantenete sempre il vostro corpo attivo. Un buon esercizio migliora la pressione sanguigna e anche l’alimentazione dell’ossigeno al cervello