L’aglio è spesso utilizzato in cucina per insaporire sughi, carni e pesce. Racchiude però tantissime altre virtù benefiche e curative che permettono di rinforzare il sistema immunitario. Inoltre ha proprietà disintossicanti e antibatteriche, in pratica è considerato quasi come un antibiotico naturale. Ciò che però tanti non sanno è che l’aglio germogliato non è dannoso, anzi. Spesso si decide di buttarlo ed invece una ricerca dell’American Chemical Society ha dimostrato come l’aglio germogliato acquisisce molte proprietà in più rispetto all’aglio non germogliato. L’aglio infatti produce enzimi che la proteggono dagli agenti patogeni. Questi hanno un effetto antiossidante per l’organismo. Inoltre cinque giorni dopo la germinazione, l’aglio aumenta la capacità di combattere i radicali liberi. Riduce il rischio di indurimento delle arterie e protegge nei confronti del cancro del colon, del seno e della pelle. L’aglio germogliato può essere consumato senza problemi, basta non acquistarlo già germogliato in quanto il processo potrebbe essere avvenuto in condizioni poco ottimali.