Lo sapevate che nei deodoranti per le ascelle è possibile trovare alluminio? Un vero e proprio pericolo perché è una neurotossina in grado di deteriorare il cervello e il sistema nervoso. Molti esperti, inoltre, ritengono che possa accelerare l’insorgere dell’Alzheimer. Punta direttamente al cervello, danneggiando il tessuto cerebrale e producendo stress ossidativo. Una volta che riesce a entrare nei nostri tessuti, l’organismo fa parecchia fatica ad espellerlo. Per disintossicarsi dall’alluminio è necessario evitare una serie di prodotti molto comuni e che ogni giorno acquistiamo al supermercato. Si sta parlando di alcuni dentifrici, dei contenitori di bevande che contengono laminati di alluminio, delle pentole di alluminio e di alcune macchine per il caffè espresso. Il metallo si riduce inoltre in presenza di acqua ricca di silicio e della melatonina, integratore utile nel caso si vogliano rimuovere più in fretta i metalli tossici. La ginnastica può aiutare ad “espellere” alluminio infatti stimola la produzione di glutatione, ma non meno importante è l’esposizione al sole, visto che si accumula vitamina D. Un “rimedio” alternativo è quello dei bagni di sale inglese, conosciuto anche come Epsom Salt. Anche la curcumina può avere effetti benefici sulla riduzione del metallo e la conseguente prevenzione dell’Alzheimer. Riesce infatti a ritardare il degrado dei neuroni ed è stato dimostrato che migliora in modo sensibile la memoria dei pazienti.