Un video recente pubblicato da Compassion in World Farming invita gli amanti della carne a riconoscere ed evitare di acquistare il pollo che presenta il cosiddetto “striping bianco”. Si tratta di un disturbo muscolare che colpisce il pollo. Secondo uno studio 2013 apparso sul Giornale Italiano di Scienze Animali, se il pollo presenta questi filamenti bianchi, il rischio è che contenga grassi per il 224% e una ridotta quantità di proteine. Una ricerca pubblicata nel Poultry Science dello stesso anno è venuto a una conclusione simile: le strisce bianche significano una enorme quantità di grasso e un abbassamento considerevole dell’apporto proteico. Si tratta di filamenti bianchi che si presentano come striature bianche che corrono parallele al muscolo normale. Secondo uno studio 2016 da University of Arkansas e Texas A & M, “le striature bianche sono aumentate negli ultimi anni”, identificandole nel 96% dei 285 uccelli hanno provato. Ancora più importante, questa presenza  impatta negativamente la qualità della carne. Questo video apparso sul web chiarisce questo pericoloso problema: