Quando inviamo un messaggio tramite una qualsivoglia chat la possibilità che non riusciamo a far intendere ciò che vogliamo dire, o almeno il tono in cui vogliamo formulare quella frase, e molto alta. Spesso ci aiutiamo con le emoticon, ma pensiamo che ciò possa bastare? Uno degli errori più comuni che commettiamo, e magari nemmeno ne siamo a conoscenza, è utilizzare il punto alla fine di una frase o di un periodo, peggio ancora, se alla fine di una risposta secca. I ricercatori della Binghamton University di New York che hanno condotto uno studio, ed hanno interpellato 126 studenti ai quali hanno chiesto di leggere una serie di 16 messaggi. Le conversazioni iniziavano con una serie di domande tipo: “Ti va di uscire?”, alle quali veniva fornita una risposta di una sola parola. Quando questa parola era accompagnata da un punto, la percezione della frase da parte dei volontari sembrava cambiare del tutto. Come spiegato dalla ricercatrice Celia Klin il ruolo della punteggiatura nelle conversazioni di chat acquisisce un ruolo fondamentale. Dunque meglio essere più naturali possibile e, in barba alla perfetta etica grammaticale,evitare di essere troppo ligi al dovere, potremmo dare un idea sbagliata del nostro tono alla persona con cui stiamo conversando.