Uno studio effettuato da molteplici luminari del settore ha evidenziato come il nostro cervello sia formato per più dell’80% di pura e semplice acqua. Questo permette di mantenere idratato e in salute il restante 20% che è rappresentato essenzialmente da fibre nervose, contornate da un tessuto altamente specializzato nell’elaborazione di segnali bioelettrici.

Le cellule nervose nel restante 20% sono dotate di una particolare sensibilità, che permette di ricevere, riconoscere, e trasmettere, tutti gli stimoli fisici e chimici provenienti dall’esterno e dall’interno del nostro organismo.